Fiori di parole svolazzano per il centro città. Metamuseo Girovago

Educazione, innovazione, creatività

Co-progettazione & design.

1 .  Fiabe, educazione, fantasia, fantastica, ambiente, storytelling, pedagogia.

2 . Laboratori, Agenda ONU 2030, riuso creativo, riciclo, arte povera, rifiuti, arte.

3 . Giovani, partecipazione, cittadinanza, intergenerazionale, interculturale, musei.

4 . Limerick, rime, poesie, concorso, letteratura.

Per tutte le tue esigenze di pittura e di decorazione
#MuseumsGoGreen Trash Art

Lavori in corso

Metamuseo girovago, quadreria in Pediatria, ginnastica culturale e patrimonio: tre nostri percorsi di lungo periodo che indagano la sostenibilità attraverso “fatti sociali”, storie e materia, progetti e creatività. Fantariciclando APS è un’associazione socio-eco-creativa che, nel tradurre i valori della Carta costituzionale, sostiene la Dichiarazione universale dei diritti umani, la Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia, le Convenzioni europee in materia di infanzia, minori, gioventù. Scrivici. fantariciclando@libero.it

#MuseumsGoGreen Metamuseo opere mostruosamente simpatiche.
#globalgoals Trash Art
#MuseumsGoGreen Trash Art

MetaMuseo, la (ri)nascita dei nuovi format.

Le opere mostruosamente simpatiche del Metamuseo sono rappresentazioni in grado di arricchire il nostro rapporto con la realtà per rileggerla in termini di cittadinanza, sostenibilità, potere sociale, diversità culturale. Questi artefatti culturali sono narrazioni collettive da coltivare per cambiare punto di vista e far nostra l’Agenda ONU 2030. Con il Metamuseo girovago, un "museo che si monta e smonta negli spazi pubblici", Fantariciclando insieme ad altri esploratori del quotidiano, il mese di novembre, occupa giocosamente lo spazio EXATR in centro a Forlì.

All'interno del Metamuseo s’incontrano "sculture" costruite con materiali speciali (che qualcuno chiama rifiuti) che rappresentano personaggi altrettanto inconsueti che narrano, raccontano, parlano ed escono da alcune "favole contemporanee" (usate per fare analisi in metafora del quotidiano). Nel museo dunque c’è qualcosa da fare? Pensiamo che il Museo di questo secolo sia un potente contesto per l'azione sociale. È necessario ripensare continuamente la funzione di un (Meta)museo in relazione ai cambiamenti storici, sociali e culturali e soprattutto alle forme diverse di partecipazione e collaborazione del pubblico. Per questo il Metamuseo è un luogo inclusivo e partecipativo in cui proponiamo un’esperienza basata sulla trasformazione del punto di vista, sull’esplorazione del processo creativo e di apprendimento collettivo, a ingresso gratuito.

Emilia-Romagna. Novembre 2021 - EXATR, Via Ugo Bassi, 16 - Forlì. Info metamuseogirovago@gmail.com.

Chi siamo

Fantariciclando APS



 Associazione socio-eco-creativa. Fantariciclando APS attraverso il lavoro pedagogico operativo, creativo, comunicativo, narrativo, si impegna a tradurre in azioni alcuni principi e valori della Carta costituzionale, sostenendo la Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948, la Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia del 1989, la Carta di Treviso "per una cultura dell'infanzia" del 1990, le Convenzioni europee in materia di infanzia, minori e gioventù. In particolare si prefigge di sviluppare attività per moltiplicare le relazioni intergenerazionali ed interculturali nella/con la comunità educante dando operatività, con azioni e pensieri al dialogo intergenerazionale ed interculturale nel contemporaneo creando piccoli spazi pubblici diffusi di crescita socioculturale attraverso laboratori e performance, storie e storytelling, pedagogia e design del rifiuto, arte e riuso creativo.

News

aprile


Quali sono le nostre responsabilità nei confronti dei nostri simili, delle altre forme di vita e del pianeta che abitiamo? La 59. Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia aprirà al pubblico dal 23 aprile al 27 novembre. La Mostra, articolata tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l’Arsenale, includerà 213 artisti, 26 gli italiani, provenienti da 58 nazioni.

Alla guida della Mostra c’è la curatrice italiana Cecilia Alemani. Stabilmente residente a New York, è dal 2011 direttrice di High Line Art, il programma di arte pubblica presentato dall’High Line, il celebre parco urbano sopraelevato costruito su una ferrovia abbandonata di New York.

La curatrice ha scelto come compagna di viaggio la scrittrice britannica Leonora Carrington. La Mostra prende il nome dal suo libro “Il latte dei sogni” in cui l’artista surrealista descrive un mondo magico nel quale la vita è costantemente reinventata attraverso il prisma dell’immaginazione. Come favorire uno sguardo che torna ad essere capace di stupore? La Mostra propone un viaggio chimerico attraverso le metamorfosi dei corpi e delle definizioni dell’umano.


Storytelling

Narrazioni



Al centro dell’offerta Fantariciclando c’è l’ambiente, la città, le storie, l’educazione al patrimonio materiale e immateriale e alla cittadinanza attiva. L’esperienza suggerita si basa su attività fisica, intellettuale, emotiva e richiede una messa in gioco del fruitore nello spazio con attivazione di ricordi, pensieri ed emozioni legate al vissuto. Sarà un caso che tutte le attività da noi proposte siano cooperative, anziché competitive? Ogni sessione di due ore, nel richiamare le prospettive dell’Agenda Onu 2030, prevede la narrazione (lettura o storytelling) di una storia, un cenno ad un autore di chiara fama o a storie locali e un laboratorio applicato.